Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione degli utenti, secondo la privacy, copyright & cookies policy ove sono altresì indicate le modalità per disabilitare i cookies. Cliccando su OK, o proseguendo nella navigazione, l'utente acconsente a detto utilizzo dei cookies   

Tutela del Malato

Tutela del Malato è un pool di 30 avvocati specializzati nel risarcimento danni da malasanità, errore medico, colpa medica,diritti del malato facenti parte del progetto Risarcimento Salute in tutta Italia con 50 sedi sul territorio.

La possibilità di avere una sede a voi vicina permetterà di consultare senza impegno un legale nella vostra città, evitando  spostamenti in altre zone e facilitando la valutazione del vostro caso di malasanità.

PRESENTI IN 50 SEDI

SEGRETERIA centrale per tutte le sedi :

Milano: 02 87159422   Roma: 06 92935338

oppure CELLULARE  + 39 3421754085 


70 000 VISITE 

 2 000 SEGNALAZIONI OGNI ANNO

Tutela del malato diritti del malato

Presente da anni su tutto il territorio si avvale di 50 sedi con qualificati avvocati per prestare assistenza a chiunque si ritenga vittima di episodi di malasanità, danno medico o errore medico. La costituzione italiana garantisce la tutela del malato, i diritti del malato, i diritti del paziente tramite i legali, gli studi di avvocati o dal tribunale del malato a Milano Roma Monza Bologna Padova Torino Varese Como Brescia Firenze Pisa Napoli Pescara Ancona Caserta Foggia Barletta Bari Genova Udine Trento Bolzano Trieste Reggio Calabria Catania  Enna Cagliari ed in tutta Italia. Il paziente dovrà essere ben informato su come agire se vittima di malasanità riguardo i tempi di prescrizione e sul reale danno subito.


1′  CONSULENZA LEGALE

GRATUITA 

Avvocati Pagati a Risultato


NB: nel caso gli avvocati ritengano ci sia una responsabilità medica faranno un patto con il cliente che pagherà il loro compenso a risarcimento ottenuto.


COMPILANDO IL MODULO CONTATTI 

VERRETE RICHIAMATI  ENTRO 3 ORE


INFORMAZIONI UTILI:

QUANTO TEMPO HO PER AGIRE:

Quanto tempo ho per agire in caso di malasanità o danno medico?La Prescrizione per un danno da Malasanità dopo la riforma Gelli  (entrata in vigore il 1′ aprile 2017) si hanno 10 anni di tempo per la prescrizione di un danno nei confronti della struttura ospedaliera e 5 anni nei confronti di un medico che opera all’interno della struttura ospedaliera. La prescrizione in caso di danno rimasto occulto negli anni inizia a decorrere dal momento dell’esteriorizzazione di esso.

COME RICHIEDERE LA CARTELLA CLINICA:

Come posso richiedere la cartella clinica e quali sono i tempi per riceverla? Nella cartella clinica sono presenti le informazioni sanitarie del paziente; è vostro diritto vedere la cartella clinica e richiederne una copia una volta dimessi. I tempi sono in genere di 30 giorni dalla richiesta alla struttura ospedaliera.

In varie città italiane un Avvocato per Malasanità sarà disponibile in 24 ore e senza impegno a darvi una prima consulenza legale sull’errore medico di cui vi ritenete vittima.

L’importanza di avere un legale che ha già seguito altri casi di malasanità è fondamentale visto anche la recente legge Gelli;inoltre la bravura del legale sarà anche di cogliere sfumature maggiori per la quantificazione del danno accorso al paziente (esempio le personificazioni a cui un attento avvocato deve sempre tenere grossa attenzione).


QUI SOTTO e nella pagina CHI SIAMO  troverete gli articoli e le trasmissione TV che ci hanno dato spazio:

L’ articolo – intervista (giugno 2019) sul QUOTIDIANO LEGGO – MILANO RIGUARDANTE IL PROBLEMA DEL RITARDO DELLE LISTE DI ATTESA IN LOMBARDIA di RISARCIMENTO SALUTE.IT :

leggo milano artciolo sanità risarcimento salute


Risarcimento Salute a RAI 1 al programma

  “ STORIE ITALIANE ”

Il legale di Risarcimento Salute Avvocato Scaccabarozzi (Milano, Viale Corsica 91) per lo scandalo sulle protesi e i medici indagati per malasanità il 24 aprile 2018 in diretta su RAI 1 a Storie Italiane.

AVVOCATO SCACCABAROZZI SU RAI 1 IN TV
Avvocato SCACCABAROZZI a RAI 1 in TV per un caso sanitario il 24 -4 -2018

Risarcimento Salute su RAI 3 al programma 

” MI MANDA RAI 3 “

Risarcimento Salute in Tv a ” MI MANDA RAI 3″ con il suo avvocato Giada Caciagli (sede di Firenze) per tutelare il caso eclatante di malasanità a Firenze in cui i medici dimenticano una pinza di 15 cm nell’addome del paziente.  (Diretta RAI 3, il 6 dicembre 2016)


“La Nazione” dedica un articolo sui casi di malasanità a RISARCIMENTOSALUTE.IT

articolo malasanità risarcimento salute La Nazione(2017)


“Corriere Adriatico ” dedica un articolo sui problemi delle liste di attesa intervistando il Dott. Daniele Viola di RISARCIMENTO SALUTE.IT  ( 21 giugno 2019)

corriere adriatico articolo malasanità daniele viola

Per leggere l’articolo :  Corriere Adriatico esami attesa



L’ Avvocato Bruno Sgromo, che collabora quotidianamente con Risarcimento Salute, inTV su RAI 1 dove ha illustrato i problemi di malasanità attuali in Italia.avvocato sgromo risarcimento salute malasanità


ARTICOLI dedicati a RISARCIMENTO SALUTE &TUTELA DEL MALATO

 Ansa, Libero news, Corriere della Sera e Virgilio.it
(18 settembre 2014, Ansa.it)

Per maggiori informazioni App malasanità

ALTRI ARTICOLI CHE CI HANNO DEDICATO  SU LEGGO.IT 

per lo scandalo delle protesi a Milano nell’aprile 2018:

Per leggere l’articolo :  Leggo – Sanità

Per leggere l’articolo :  Leggo –  Protesi a Milano


INTERVISTA sulla malasanità al Settimanale della Mondadori  del fondatore Dott. DANIELE VIOLA di TUTELA DEL MALATO.IT

intervista star bene a Daniele Viola malasanità

Daniele Viola intervista malasanità su Star Bene n 33 2017

STAR BENE (1′ agosto 2017) 


50 SEDI IN ITALIA:

MILANO – ROMA e altre 48 SEDI

  • MILANO: Viale Corsica 91 (1 km dal Tribunale)
  • ROMA: Via Belli 39 (Piazza Cavour)
  • ROMA: Piazza Prati degli Strozzi 26 (Fermata Ottaviano)

     

    VERRETE SUBITO MESSI IN CONTATTO CON IL LEGALE DELLA CITTA’ DA VOI RICHIESTA DALLA SEGRETERIA  CENTRALE 


  • ANCONA: Via Giannelli 22
  • ALESSANDRIA: Via Marengo 33
  • ASTI: Corso Alfieri 310
  • BARI: via Giovanni Gentile 54
  • BARLETTA : Via Degli Orti 11
  • BELLUNO : Via Fiammoi  14
  • BERGAMO: Via Zambonate 33
  • BRESCIA: Via Fratelli Folonari 7
  • BOLOGNA: Via della Foscherara 2
  • BOLZANO: Corso Italia 15
  • CAGLIARI: via Tuveri 72
  • CASERTA: Via E. Tazzoli, 1
  • CATANIA: Via Vittorio Emanuele n. 5
  • CATANZARO – SATRIANO Via Rodano 12
  • COMO: Via Ferrari n. 7
  • ENNA: Passo Signore 124
  • FERMO : Contrada Ete  45
  • FIRENZE: Via Maragliano 102
  • FOGGIA / MARGHERITA DI SAVOIA: Via Locanda 1
  • GENOVA: via XX Settembre 40
  • LAMEZIA TERME: via Togliatti 17
  • LEGNANO: Corso Magenta 28
  • LUCCA : (località Guamo) via Sottomonte 1
  • MANTOVA:Via Principe Amedeo 27
  • MONZA: Piazza Garibaldi (Sala Avvocati)
  • MONZA – BRUGHERIO: via Vittorio Veneto, 69
  • MODENA: Via Emilia Est, 18
  • NAPOLI: Centro Direzionale Isola  E 5
  • PAVIA:  Via Cardano 4
  • PADOVA: Corso Milano 103
  • PISA: Castelfranco di Sotto (PI) via Calatafimi 5
  • PISTOIA – PESCIA: Via Benedetto Cairoli 66
  • PESCARA: Via Tiburtina 63
  • REGGIO CALABRIA: Via Nino Bixio 34
  • SAVONA: Via Paleocapa 9
  • SEVESO (Monza Brianza): Corso Marconi 41
  • TERAMO / GIULIANOVA: Via G. Di Vittorio
  • TORINO: Via San Quintino 36
  • TRENTO: Piazza di Centa 7
  • TRIESTE: Via Zanetti 1
  • UDINE: Via Canciani, 7
  • VARESE: Via Sabotino 11
  • VICENZA: Via Zamenhof  (Vicenza est)
  • VERONA:(Vago di Lavagno) Via Tessari 12

SI RICEVE SU APPUNTAMENTO

TELEFONO:

Milano: 02 87159422  Roma: 06 92935338

oppure CELLULARE  + 39 3421754085 

(WhatsApp – Messaggio Assistenza 24 ore)

da LUNEDI’ a VENERDI’

dalle ore 9.00 alle ore 19.00 

orario continuato


PERIZIA MEDICO LEGALE:

Come avere una perizia medico legale per un caso di risarcimento malasanità per tutelare i diritti del malato? I medici legali hanno il compito di scrivere una perizia medico legale tramite la quale si potrà quantificare il danno medico sanitario ed il risarcimento per malasanità da richiedere alla struttura ospedaliera facendo valere i  diritti del malato lesi; è importante avere la documentazione e la cartella clinica della struttura sanitaria in cui avete avuto il problema di malasanità.

COME SCEGLIERE UN LEGALE ESPERTO DI ERRORE MEDICO PER LA MIGLIORE TUTELA DEI DIRITTI DEL MALATO :

Esistono varie associazioni di consumatori per le vittime di malasanità e diritti del malato a Milano Roma Torino Padova Napoli Firenze Pistoia Bologna Monza Varese Como Genova Alessandria Pavia Foggia Barletta Cagliari ed in genere in Italia; ogni associazione per vittime di malasanità dovrà poi utilizzare un avvocato specializzato in assistenza di errori medici sanitari per tutelare il paziente leso. Le tipiche situazioni a cui i pazienti si rivolgono per ottenere aiuto ad una associazione per consumatori sono la mancata diagnosi tumore,malformazione fetale,errore oculistico, morte e decesso per errore medico, errore in sala parto,risarcimento chirurgia estetica.I legali dovranno essere specializzati ed aver già seguito casi di malasanità nella propria carriera forense collaborando con un medico legale di fiducia con cui potranno affrontare le cause per i casi da malasanità in modo sia stragiudiziale che in una causa di merito. Quindi è fondamentale avere una perizia medico legale professionale che sostenga la tesi dell’ errore medico. Dopo la riforma Gelli e con la possibilità di fare un ATP = accertamento tecnico preventivo, i tempi saranno sicuramente inferiori  per ottenere un risarcimento a tutela dei malati. Inoltre dal 2017 è stato costituito un nuovo fondo di garanzia per le vittime di malasanità e gli ospedali saranno obbligati ad avere assicurazione per responsabilità medica – malasanità.Il tutto a tutela del malato e della difesa del paziente leso nei suoi diritti.

RISARCIMENTO SANGUE INFETTO DA TRASFUSIONE:

Ho subito un danno da trasfusione come agire? Riguardo il Risarcimento per sangue infetto il ministero dovrà risarcire danni da emotrasfusione come stabilito dalla Corte d’appello civile di Roma; i giudici hanno ritenuto che ci sia responsabilità da contagio dal 1979.Chiamaci per approfondire il tuo caso personale senza impegno per una prima consulenza legale gratuita sul tuo caso di malasanità, danno medico od errore medico.

COME QUANTIFICARE UN DANNO:

Le tabelle attribuiscono per ogni punto di invalidità permanente una determinata somma che varia a seconda dell’età del paziente che ha subito errore medico. Inoltre stabiliscono un determinato importo per ogni giorno di convalescenza e nei casi più gravi in cui un paziente muore prevedono un maxi risarcimento per i familiari del danneggiato.

COME AGIRE A LIVELLO LEGALE:

Come agire a livello legale per un errore medico che ha portato a malasanità e alla lesione dei diritti del malato? NON consigliamo le azioni in sede penale quando si ha un problema di malasanità perchè molto rischiose e in caso di archiviazione pregiudicherebbero anche quelle civili. Mentre nel civile si ha un’alta probabilità di raggiunge un risarcimento per la vittima e i suoi famigliari; il nostro staff consiglia quindi  l’azione civile perchè più veloce,meno rischiosa e con maggiore possibilità di successo contro l’assicurazione che tutela la struttura ospedaliera o il medico professionista.

SONO STATO VITTIMA DI UN INTERVENTO CHIRURGICO ERRATO O NON NECESSARIO, COME POSSO AGIRE PER TUTELARE I MIEI DIRITTI DI PAZIENTE E MALATO?

Quando si parla di responsabilità medica e responsabilità sanitaria se è stato fatto un intervento chirurgico inutile o errato che poteva essere evitato si dovrà accertare il fatto tramite una perizia medico legale che attesti il danno medico;dopo di che si proverà a definire il risarcimento con l’assicurazione della struttura inquisita e far risarcire il paziente leso. Anche se ben fatto l’intervento non dovrà risulterà inutile altrimenti si potrà agire legalmente per la tutela dei diritti del malato offeso da danno medico e meritevole di risarcimento danni malasanità.

DATI RELATIVI AI CASI DI MALASANITA’ IN ITALIA: 

In Italia i dati ufficiali sulla malasanità cambiano a secondo della fonte: l’associazione degli anestesisti parla di 14 000 morti all’anno mentre il dato aumenta sino a 50 000 decessi secondo l’Assinform, si era anche stimata una media di 90 decessi al giorno.I dati più alti di errori evitabili si ritrovano nel corso di operazioni (32%) e nei reparti di degenza e urgenza. Il problema è collegare la morte del paziente alla inefficienza del trattamento scelto dai medici, come nel caso della “flebo – killer” del dicembre 1994 quando a Pavia si vide la morte di due anziani. wikipedia malasanità

Cosa è il danno biologico e come è possibile ottenere e calcolare il risarcimento del danno? Il significato di danno biologico è una lesione permanente o temporanea a livello fisico o psichico che un soggetto subisce; nel nostro questo caso è un danno denunciato per malasanità che cambierà in peggio la qualità di vita del danneggiato meritevole quindi di un risarcimento del danno.Con il termine di danno biologico si vuole indicare un danno fisico non patrimoniale riportato da un soggetto leso. Si definisce danno biologico per l’articolo 2059 del codice civile una perdita di capacità lavorativa o sessuale oppure un danno estetico – psicologico alla persona in seguito a malasanità ed errore medico.Gli studi legali cercheranno di ottenere il maggiore risarcimento possibile per danno biologico a Milano Roma Torino Monza Bologna Genova Verona Varese Padova Pavia Napoli  Cagliari  Barletta Brescia Bergamo Bolzano Trieste Udine  e in ogni tribunale di Italia ove fosse possibile richiederlo in seguito ad esame clinico e perizia medico legale che porti a sentenza  positiva.

Quali sono i diritti del malato in caso di malasanità o danno medico in ospedale? Un paziente in ospedale ha il diritto ad essere informato riguardo la propria salute, la riservatezza delle informazioni sulla sua malattia ed il  rispettato della sua dignità. Le informazioni al malato vanno  fornite in modo chiaro quando firma il consenso informato prima dell’intervento o di una operazione;  i medici devono dare disponibilità in ospedale negli orari stabiliti per dare informazioni al paziente che gli permettano di dare il consenso informato, prima di essere sottoposto a interventi avvisando il malato dei suoi diritti e dei possibili rischi. Il Tribunale del malato è stato espresso da Cittadinanza Attiva quale iniziativa negli anni 80 per tutelare i diritti dei malati;sono stati i primi a Milano Roma Torino Bologna Monza Firenze Pistoia Napoli Genova Catania Padova Cagliari Ancona Pescara Catanzaro Modena Verona Vicenza Bolzano Pavia Voghera Alessandria e tutta Italia nel cercare di dare assistenza al paziente che vuole denunciare una lesione alla sua salute in seguito a errore medico, malasanità e disservizi sanitari.


TANTI UTENTI CI SEGUONO QUOTIDIANAMENTE:

facebook (Malasanità) 

   twitter ( @malasanità_ ) 

istagram malasanità
TUTELADELMALATO.IT

ULTIME INFORMAZIONI: 

Tutela del malato e diritti del malato per le segnalazioni di mancata diagnosi in Italia succedono; importante caso nel 2019 su il Resto del Carlino in cui una signora a Fano viene rimandata a casa senza capire che si è in presenza di un femore rotto. L’anziana signora ha poi fatto questa denuncia di malasanità al giornalista che ha riportato l’articolo evidenziando la superficialità presso Ospedale Santa Croce di Fano. Purtroppo succede che non vengano viste fratture alla mano al gomito alle gambe oppure lesioni al tendine o a nervi nei pronti soccorsi durante le radiografie fatte al momento in ospedale risultando poi negligenza pericolose per i pazienti.

Per la tutela e diritti del malato assolutamente segnaliamo l’articolo uscito sul Corriere della Sera in cui analizzando i vari ospedali in Italia sono risultati 300 reparti in cui stare attenti per non incorrere in problematiche perché non considerati sicuri.
Infatti secondo le direttive internazionali negli ospedali per avere un alto livello di qualità nelle cure vi devono essere volumi e molti casi trattati ogni giorno. Maggiori sono i pazienti che entrano in un pronto soccorso ogni giorno e maggiore è la qualità che si può dare loro, sempre che rimangano in un numero gestibile dalla struttura. Anche per quanto riguarda i costi per una economia di scala ovviamente si evitano sprechi di denaro pubblico chiudendo determinati pronti soccorsi in cui si presentano poche decine di malati ogni giorno. Ci sono ospedali in Italia in cui non si arriva ad accogliere 20 pazienti al giorno nel pronto soccorso.
Non rientrano quindi nei requisiti standard vari pronti soccorsi in Lombardia Sicilia Campania e Calabria. Altro problema sono i reparti di ostetricia in quanto non raggiungono una soglia di sicurezza minima in caso di complicazioni che garantisca la tutela della mamma e del bimbo mettendoli a rischio di errore medico sanitario.

Tutela del malato Napoli: Incredibile vicenda di malasanità – errore medico successa a Napoli all’ospedale Loreto Mare in cui una paziente ha dovuto essere operata per la seconda volta urgentemente dopo un primo intervento; il team di medici che hanno operato la signora si è accorto che mancava all’appello un attrezzo utilizzato nell’ intervento chirurgico effettuato pochi giorni prima. Si era quindi dimenticata una pinza all’interno dell’addome della signora presso l’ospedale di Napoli. Ora si apriranno le indagini riguardo questa grave dimenticanza della pinza all’interno dell’addome della paziente cercando di capire quali siano le colpe mediche ed i responsabili della vicenda.

(Aprile 2019) Molti utenti ci chiamano chiedendo spiegazioni su come possono ovviare al problema delle attese interminabili (si parla anche di 6 / 8 mesi) delle visite con il sistema sanitario nazionale e su quale sia la via migliore per ottenere il prima possibile la visita diagnostica di cui necessitano; a tal proposito abbiamo fatto sul sito una pagina dedicata a chi abbia problemi con le liste di attesa negli ospedali in Italia dove troverete come sia possibile chiedere una visita in poco tempo intramuraria nella struttura stessa.Nella pagina troverete anche un video di spiegazione

A marzo 2019 è scoppiata la triste vicenda sul trattamento sanitario avvenuto in una Rsa di Catanzaro dove si è scoperto che molti anziani venivano maltrattati in una casa di riposo; a riguardo ci sono già stati due arresti per violenze, schiaffi, maltrattamenti nella casa di cura in cui risiedevano vari anziani indifesi. La vicenda ha destato sia sui giornali che nella TV molta attenzione ripensando ad introdurre le telecamere nelle case di cura a tutela del malato partendo da Catanzaro per arrivare a Roma Milano e tutta Italia. Ci sono voluti quasi 2 anni di indagini con intercettazioni per arrivare a capire quanto gli anziani malati non fossero tutelati nella struttura e per prendere le loro difese.Ora le associazioni del malato a Milano Roma Bologna Torino Monza Catanzaro e tutta Italia saranno sicuramente più sensibili al problema quando arriveranno segnalazioni di violenza o maltrattamento nelle case di riposo.

La difesa del malato e la dignità del malato va oltre Milano Roma e tutta Italia, per questo ci teniamo a segnalare le notizie di sanità che arrivano dal Venezuela dove per un blackout elettrico sono morte più di 10 persone negli ospedali a marzo 2019. La denuncia è arrivata da un medico dell’ospedale dove in vari reparti le persone hanno perso la vita per la mancanza di funzionalità dei macchinari ospedalieri; principalmente nel reparto di ginecologia – parto, terapia intensiva e per altre urgenze varie non essendoci elettricità non era possibile dare loro cure adeguate e soccorrerli con macchinari funzionanti.
Questa è una vergogna per i diritti del malato che sono alla base della civiltà di una società in cui i pazienti devono essere tutelati negli ospedali indipendentemente dalla situazione politica sanitaria che si ha nel paese. (Milano – Roma, marzo 2019)

24 febbraio 2019 decesso bimbo a Torino: è sorto recentemente un sospetto errore medico che potrebbe sfociare in malasanità a Torino in cui la procura sta svolgendo indagini per omicidio colposo di un bimbo appena nato e curato superficialmente. Ovviamente vi è stato subito il sequestro della cartella clinica perché i medici hanno prescritto al bimbo un aerosol non capendo che la situazione si stava complicando per il neonato fino ad arrivare alla morte; da qui il sospetto da parte dei familiari che ci sia stata superficialità nel non visitare accuratamente il neonato che potrebbe quindi aver portato ad un errore medico fatale al bimbo nei primi giorni della sua vita.

Nel gennaio 2019 è stato disposto un risarcimento danni per un errore medico a Palermo con l’applicazione dell’accertamento tecnico preventivo in cui i medici legali super partes hanno valutato in via stragiudiziale senza una lunga causa e fatto trovare un accordo alle parti evitando così perdite di tempo al paziente leso da colpa medica a Palermo.
Si era infatti nella fattispecie dimenticato una garza all’interno dell’intestino del paziente che aveva ovviamente infettato e provocato gravi infiammazioni. Il paziente ha quindi dovuto rifare un ulteriore intervento per cercare di risolvere la situazione creatasi dalla pezza dimenticata; come riportato dai giornali il problema è stato parzialmente risolto ma la vittima di malasanità a Palermo continuava ad avere problemi e quindi è stato giusto riconoscere un risarcimento economico per questa negligenza medica. La applicazione della ATP accertamento tecnico preventivo dopo il 2017 è molto utilizzato a Milano Roma Torino Bologna Napoli Genova  Monza Firenze Pistoia Padova  Catania Cagliari Reggio Calabria ed in tutta Italia perchè permette alle parti di trovare una soluzione veloce se il CTU ritiene vi sia stato un danno medico e malasanità per cui sia necessario dare un risarcimento al paziente leso.

Molto gravi nella malasanità sono gli errori in sala parto,come avere un risarcimento per errore medico in sala parto – ginecologico? Errori e ritardi se portano ad un parto errato con sentenza del tribunale in cui si condanna il medico sono spesso i casi più grossi di malasanità. Un esempio è accaduto all’ospedale di Empoli in cui i medici ginecologi provocarono danni ingenti e gravi ad un neonato arrecandogli un danno permanente con invalidità superiore al 75% ed un risarcimento enorme per il bimbo ed i famigliari.Risarcimento danno parto  Milano – Roma Malasanità e risarcimento a Brescia davvero di grossa entità si parla di più di 1 milione di euro di danno biologico per un errore in ginecologia in cui sono morte sia la madre che il neonato in grembo di 8 mesi; ora l’assicurazione dei medici dell’odepeale ha dovuto risarcire i parenti il marito e 2 figli  in primis per un errore medico ritenuto dalla sentenza molto grave meritevole di un grosso risarcimento da responsabilità medica a Brescia.L’udienza in  Tribunale ha praticamente aperto al risarcimento per i diritti del malato a Brescia, Milano.

Vittima di un errore medico ad Ancona causato da un danno di malasanità una paziente operata per una semplice ernia si è trovata davanti ad una ferita che nonostante passasse il tempo non si richiudeva e non guariva. Dopo vari accertamenti nonostante le continue sbagliate diagnosi da parte dei medici ad Ancona (che non capivano questa infiammazione persistente nella ferita) tramite una lastra successiva si evidenziava una garza dimenticata all’interno dello stomaco di notevole dimensione. La dimenticanza e la negligenza del medico di Ancona nell’operare l’ernia è evidente, ora si dovrà dimostrare e quantificare quale sia l’esatto danno permanente che la paziente avrà in futuro in seguito a questa malasanità presso l’ospedale di Ancona.Dolori addome e garza dimenticata nelle Marche.

Malasanità a Torino e risarcimento errore per medico milionario: Sono passati 23 anni e finalmente il tribunale rende giustizia con un risarcimento danni milionario ad una famiglia che per colpa di un errore medico si ritrova con una figlia cerebrolesa. E’ stato un danno ginecologo all’ospedale di Moncalieri a Torino portando al risarcimento da parto e malasanità.Già nella prima visita il tracciato del feto dava qualche preoccupazione pero’ Sottovalutato,evidentemente dal medico di turno.Il giorno successivo i fatti precipitano ma egualmente si ritarda il cesareo.Finalmente si interviene ma è troppo tardi: il nascituro avrà poi  tetraplegia spastica ed epilessia nonchè asfissia perinatale e paralisi celebrale con conseguente sentenza del tribunale che condanna  il caso di malasanità a Torino.Diritti del malato a Torino Cuneo Asti Alessandria per la tutela dei pazienti e risarcimento malasanità od errore medico in Piemonte.Proprio in PIEMONTE i problemi di malasanità dovuto ad una cattiva burocrazia nella gestione degli ospedali è sorta in seguito alla segnalazione statistica del tribunale dei diritti del malato alla Stampa di 300 pazienti in attesa ogni giorno nei pronti soccorsi dei vari ospedali di Torino Cuneo  Alessandria Asti Alessandria. malasanità danno medico pronto soccorsi affollati in Piemonte

Da segnalare sempre la storia di malasanità a Monza in cui una donna viene resa invalida dopo un intervento eseguito male. La signora di origine siciliana sottoposta a Monza ad un intervento di protesi in seguito ad una caduta, viene colpita da una grave infezione che gli antibiotici e le varie cure non risolvono. La paziente in seguito ad errore medico nell’ospedale a Monza non deambula più e ha problemi nel camminare rimanendo a casa e avendo problemi nel muoversi dovrà essere nuovamente operata; il tutto sempre che qualche struttura decida di farlo prendendosi la responsabilità di rioperarla, cosa difficili ad oggi, perchè nessun medico si sente adeguato a fare questo tipo di intervento dopo aver visto la situazione attuale di invalidità della paziente. La paziente sta chiedendo aiuto a giornali, televisione e le associazioni di tutela e diritto del malato e il tribunale del malato Monza si spera si attivino per questo caso di storia di danno e colpa medica a Monza e Brianza.

Un altro esempio di grave disservizio sanitario accaduto a Padova nel 2018 in cui molti infermieri erano in ferie ed il reparto di pediatria ha chiuso per tutto il periodo estivo lasciando i cittadini senza un intero reparto. Ovviamente a farne le spese sono stati i bambini con le patologie più gravi quali cardiache e cardio chirurgiche in quanto obbligati allo spostamento in altre strutture ospedaliere arrecando loro sicuramente un grave disservizio sanitario nella città di Padova. Probabilmente i genitori chiederanno assistenza legale alle associazioni per la tutela del malato e al tribunale dei diritti del malato a Padova oppure faranno segnalazioni all’ufficio relazioni pubbliche dell’ASL di competenza per trovare una soluzione.

Dimenticata una garza nel ventre durante il parto fa parlare di malasanità ed errore medico che con una semplice tac avrebbe  messo in risalto ed abbreviato le sofferenze post parto cesareo. L’errore medico sembra indiscutibile. Una garza dimenticata nell’addome della partoriente avrebbero procurato dolore fisico per vari mesi a Vibo Valentia alla madre del nascituro; il calvario è durato 8 mesi nei quali le diagnosi davano infezione.Unica soluzione dei medici dare alla paziente antibiotici fino alla scoperta della garza dimenticata ed il conseguente errore medico – malasanità. La cosa fondamentale per gli avvocati e i medici legali sarà valutare l’entità del danno biologico causato alla paziente e stabilirne un congruo risarcimento.

Cosa fare se hanno fatto un trapianto errato? La domanda ci viene chiesta in seguito al grave fatto di malasanità avvenuto a Roma in cui un paziente ha subito un trapianto di fegato errato che ha portato alla sua morte. La denuncia per malasanità  da parte dei famigliari è stata fatta perchè l’organo trapiantato era di gruppo sanguigno diverso ed in questo casa se cosi’ fosse indubbiamente l’errore medico sarebbe palese,Rivolgersi subito ad una associazione di malasanità con legali e avvocati specializzati in colpa medica di modo che si possa tutelare il malato e i diritti di paziente. Tribunale per i diritti del malato Milano Monza Roma Bologna Padova Torino Firenze Genova Napoli Bergamo Bolzano Messina Cagliari e in tutta Italia. errato trapianto fegato 

Se durante l’asportazione di una massa tumorale il dottore per errore  recide le arterie ad una bambina di 3 anni che muore?cosa fare in questo caso? l’ospedale ha tentato  di tutto per rianimare la ragazzina ma alla fine la bimba decede per malasanità e negligenza medica.Ora di dovrà capire come agire legalmente per la tutela dei danni da Malasanità accorsi alla vittima e alla famiglia. Fonte: malasanità parto Tribunale del malato,diritti del malato, tutela del malato a Milano Roma Firenze Bologna Bari Barletta Foggia  Reggio Calabria Bolzano Torino Napoli Genova Monza Ancona Pescara Modena Bergamo Brescia Padova Catania Cagliari Pistoia Caserta sono ricerche che gli utenti fanno su internet alla ricerca di un avvocato o associazione di malasanità per cercare di garantire a se stessi una tutela legale per il danno da malasanità o presunta malasanità che hanno subito e di cui vogliono fare chiarezza.E’ legittimo che un paziente che abbia riportato nella fase post operatoria danni possa agire a livello legale contro la struttura ospedaliera od il medico che ha arrecato loro un danno permanente alla salute e stato fisico danneggiando la loro vita e salute.

La caduta da un motorino può cambiare per malasanità una esistenza : E’ accaduto in Toscana a una donna,la signora dopo la caduta si recava al pronto soccorso  dove si riscontrava una frattura alla clavicola e un ematoma prodotto da una lesione a una arteria. Si dispone il trasferimento all’ospedale Careggi di Firenze per l’intervento. Qui l’errore medico nell’arteria provocando danni irreversibili che la conducono alla tetraplegia . La famiglia si è rivolta al tribunale dei diritti del malato Firenze reclamando un danno da malasanità che si aggira intorno ai 2 milioni di euro. Diritti e tutela del malato Toscana Firenze danno medico clavicola rotta  paralizzata

Problemi con protesi e risarcimento danno se difettosa a Monza dopo lo scandalo mediatico? La ditta fornitrice di protesi indagata è la Ceraver ed i medici arrestati sono tre; operavano negli ospedali Monzesi e si presume che venisse fatto un uso eccessivo di protesi. I tre medici indagati arrestati negano l’uso improprio e l’applicazione di protesi sotto accusa di bassa qualità.Ci sono altri dodici medici indagati e gli inquirenti sostengono l’esistenza di un “contratto” tra i medici e l’azienda che forniva protesi.Certamente se tutto fosse provato si delinea un caso di Malasanità clamoroso a Monza ma anche un risarcimento per errore medico e truffa nei confronti dei paziente lesi nella loro tutela e diritti del malato. Monza  tangenti protesi  chirurgo 

L’ente ospedaliero San Camillo di Roma necessita di un cuore per un loro paziente in forte crisi cardiologica:
Il San Raffaele di Milano riceve un paziente che non supera una crisi da annegamento e decede.Per i medici dell’ente,il cuore è compatibile con il ricevente a Roma.Espiantato,
viene inviato al San Camillo dove si esegue l’intervento sostitutivo.Purtroppo, anche il paziente ricevente muore.Ora i due ospedali si rimbalzano le colpe.Dopo la denuncia
dei famigliari la Procura di Roma ha aperto una inchiesta che avrebbe visto colpe nell’espianto operato al San Raffaele.Sicuramente da accertare ora se esiste un danno da errore medico riconducibile a negligenza che ha portato al decesso. Tribunale del malato diritti del malato e diritti del malato Milano Roma Monza Torino Bologna e Italia Malasanità trapianto cuore

Come tutelare i diritti del malato a Milano Roma Monza Bologna Torino Padova Belluno Barletta Foggia Trento Bolzano Cagliari  Bergamo Brescia Firenze Pistoia Napoli Caserta Ancona Pescara ed in tutta Italia?

Come posso fare ad ottenere un risarcimento per un problema sanitario?

si può richiedere e far valere i propri diritti di malato leso solo se si hanno danni permanenti alla persona; inutile sarebbe chiedere un risarcimento senza un danno permanente rilevato tramite perizia medico legale approfondita in cui si evince un danno medico sanitario.Un resoconto sanitario è stato recentemente pubblicato dal ministero della salute per la tutela dei diritti del malato riguardante l’anno 2015 in cui si danno dati sulla malasanità in Italia: gravi errori medici commessi ad esempio più di 150 garze dimenticate all’interno del paziente o 25 interventi in cui si è operato  l’arto errato.Numeri impietosi per un paese civile in cui abbiamo una forte tutela legale a partire dal tribunale del malato, cittadinanza attiva, associazioni per malasanità a Milano Roma Monza Bologna Torino  Cagliari Padova Bergamo Brescia Firenze Napoli Caserta Belluno Ancona Pescara Reggio Calabria ed in tutta Italia.

Mancata diagnosi tumore al seno come agire legalmente ecco un esempio di malasanità: solamente all’ospedale Benevento scoprono la grave patologia che aveva aggredito la paziente,un tumore al seno con metastasi all’apparato osseo non diagnosticata. Perchè si pensa sia malasanità?Perchè la signora,in precedenza,era stata in cura in una struttura privata,nonchè in un pronto soccorso.Un sanitario aveva addirittura consigliato un controllo psicologico.Solamente un medico infine consigliò una risonanza che rivelò la gravità della patologia.La sorella e i figli della sfortunata signora hanno denunciato il caso sostenendo una probabile malasanità ai carabinieri.Come risolvere un problema di malasanità a Milano Roma Napoli Benevento Torino Bologna Rovigo Padova Brescia Bergamo Monza Genova.In Inghilterra recentemente un errore del sistema di avviso ha arrecato danno da mancata diagnosi tumore al seno a molte donne che si sono trovate a rischio di avanzamento della malattia senza essere avvisate.

La domanda è spesso come posso agire e a chi posso rivolgermi per un danno medico o un risarcimento danno da malasanità errore medico?

La risposta è un legale che si occupi della materia di malasanità errore medico e tutela dei diritti del malato.Ad esempio i gravi errori ginecologico e danni da parto che portano a danni celebrali al bimbo rendendolo tetraplegico in caso di responsabilità medica accertata portano a maxi risarcimenti poichè in questo caso la malasanità arrecherà un grosso danno al neonato ed alla famiglia stessa.Risarcimento per malasanità si ha anche per i casi di risarcimento sangue infetto in cui il paziente contrae epatite e sia riconosciuta malasanità e il diritto all’indennizzo per il malato.Quotidianamente seguiamo denunce di risarcimento per malasanità, errore medico,diritti del paziente, errore medico Milano, malasanità tribunale del malato a Roma Napoli Caserta Torino Bolzano Cagliari Varese Monza Ancona Pescara Firenze Bologna Modena Genova Trieste Cagliari Pistoia Pisa Belluno e altre città italiane.

La sede centrale degli uffici di Risarcimento Salute Tutela del Malato per malasanità è a Milano in Viale Corsica 91.Il risarcimento del danno da malasanità ed  errore medico va valutato da legali che agiranno per ottenere un risarcimento civile presso i tribunali  a favore dell’ammalato a Milano Monza Roma Pescara Ancona  Foggia  Barletta Caserta Napoli Bolzano Varese Torino Bergamo Genova Firenze Bologna Udine Belluno Trieste Trento Cagliari Lamezia Terme Catanzaro Catania Cagliari Pisa Pistoia.Tutela del malato, tribunale del malato, diritti del malato e del paziente per errori in sala parto e danno ginecologico da malasanità, infezioni ospedaliere, errori chirurgici,mancate diagnosi tumore, errori ortopedici sono tutte le casistiche seguite dai legali specializzati in malasanità dello staff.


 PARTNER :

WWW.ILMID.IT
(Movimento Italiani Disabili)
GENESI 3.0 (RISARCIMENTI AMIANTO)
STUDIO SGROMO ROMA – MILANO 
WWW.AVVOCATOBRUGHERIO.COM
WWW.AVVOCATOLAVOROMILANO.IT
WWW.PSICOLOGO-MONZA.NET

 

Avvocati per malasanità