Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione degli utenti, secondo la privacy, copyright & cookies policy ove sono altresì indicate le modalità per disabilitare i cookies. Cliccando su OK, o proseguendo nella navigazione, l'utente acconsente a detto utilizzo dei cookies   

Risarcimento Mancata diagnosi tumore

Mancata Diagnosi o Errata, come agire legalmente?

La mancata o errata diagnosi di un tumore è una problematica che, purtroppo, non è poi così rara da riscontrare; rientra nei casi di malasanità che si registrano nel nostro paese. Stiamo parlando di diagnosi errata se non del tutto mancata dopo esami clinici avvenuti in ospedali o strutture private da medici specialisti(es ecografie che non diagnosticano tumori evidenti).
Sono tanti i casi di pazienti che entrano in ospedale per controlli e che non ricevono una giusta informazione circa il proprio stato di salute. Episodi che rientrano a tutti gli effetti nel novero della malasanità. Errori nella diagnosi o, ancor peggio, diagnosi del tutto mancata.
Come sempre in questi casi si innesca subito il dibattito relativo alla responsabilità del medico; è fondamentale capire quando e se per il paziente è possibile richiedere un risarcimento danni a causa di una mancata diagnosi o errata.
Non si tratta di casi poi così rari di malasanità dato che tumori non diagnosticati a polmone, fegato, colon, cervello o altri organi sono sempre più all’ordine del giorno nella cronaca dei giornali italiani. Una mancata diagnosi legata a queste e ad altre patologie può portare, in alcuni casi, a invalidità permanente o morte del paziente quindi meritevole di risarcimento per il paziente ed i suoi famigliari.

Quando chiedere un risarcimento danni per mancata  diagnosi?

Quali sono le casistiche nelle quali si può agire legalmente richiedendo un risarcimento per mancata o errata diagnosi di un tumore? Si parla di diagnosi tumorali mancate o tardive quando il periodo di tempo è di 4- 6 mesi e che abbiano arrecato un danno effettivo alla persona, non soltanto una momentanea svista medica di pochi giorni.La domanda che tutti gli utenti ci chiedono,perchè materia a loro poco conosciuta, è di quanto tempo deve essere il ritardo che ha portato ad una brutta vicenda loro stessi o un loro parente. Ovviamente se invece la mancata diagnosi risulta da un errore imminente al pronto soccorso che ha poi portato ad un infarto non diagnosticato o ictus allora le tempistiche cambiano e bastano poche ore di ritardo per essere fatali.
Per queste patologie, si pensi ad esempio a mancata diagnosi di infarto o trombosi, nei casi in cui si arrivi al decesso del paziente, o ad ictus con danni permanenti, si può pensare di chiedere legalmente un risarcimento danni per malasanità.

VIDEO SPIEGAZIONE MANCATA DIAGNOSI TUMORI: 

Risarcimento mancata diagnosi
Spiegazione di 20 secondi

Diagnosi errata nei casi di parto e ginecologia?

Uno dei casi nel quale si riscontrano diversi episodi di questi tipo è durante il periodo che porta al parto.La domanda è: come può accadere un fatto di questo genere, una svista così evidente? Spesso ciò è dovuto ad ecografie che non riescono a evidenziare problematiche per il nascituro quali malformazioni del feto.
Tutte situazioni che possono dare il via a richieste di risarcimento per danni di malasanità, per errore medico e diagnosi tardiva nei confronti di un medico ginecologo.
La tecnologia moderna ha compiuto enormi passi in avanti e consente oggi di poter monitorare lo sviluppo del feto in ogni sua fase, così da riscontrarne eventuali anomalie o problematiche.Malgrado ciò capita di assistere a casi di neonati venuti alla luce con problemi di salute, anche piuttosto gravi, che non erano stati diagnosticati. E il momento più bello per una donna rischia di diventare un incubo.

Gli avvocati offrono quindi tutela del malato per mancata, errata o ritardata diagnosi aiutando il paziente a richiedere il risarcimento per danni da malasanità dopo essere stati consigliati da una valutazione del medico legale specialista in ginecologia che ritenga esserci stata negligenza medica durante la fase pre parto.



 

Avvocati per malasanità