Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione degli utenti, secondo la privacy, copyright & cookies policy ove sono altresì indicate le modalità per disabilitare i cookies. Cliccando su OK, o proseguendo nella navigazione, l'utente acconsente a detto utilizzo dei cookies   

Calcolo danno biologico macropermanenti

Calcolo danno biologico macropermanenti in caso di Malasanità 

danno biologico malasanità

Le lesioni macropermanenti in caso di malasanità sono delle invalidità che persistono nel paziente per tutta la durata della vita, compromettendo di fatto l’integrità psico-fisica dell’assistito. Queste lesioni, generate a causa di un episodio di malasanità, sono riconosciute dalla Legge e risarcite economicamente in proporzione al danno subito. Il danno biologico macropermanente, detto anche non patrimoniale, prevede un punteggio d’invalidità che va dai dieci ai cento punti. Sulla base della sentenza del 7 giugno 2011, la Corte di Cassazione ha stabilito che i soggetti che hanno subito una lesione permanente in seguito ad incidenti stradali o errori medici e paramedici, hanno diritto ad un risarcimento economico giusto e proporzionato all’entità del danno subito. Vengono di fatto introdotte delle tabelle che permettono di quantificare il danno e di conseguenza il rimborso.

Per effettuare la determinazione del risarcimento, il medico legale si affida a delle tabelle specifiche che ciascun tribunale mette a disposizione. Ad oggi i criteri di valutazione utilizzati dal Tribunale di Milano, sono considerati i più equi per il risarcimento della vittima di ingiustizie mediche e sinistri stradali. Le tabelle sono degli strumenti introdotti e dall’art. 138 D.L. 209 del 2005, tali tabelle prevedono una liquidazione unitaria con l’aggiunta di una percentuale di personalizzazione del danno. Il risarcimento comprende per l’appunto la quantificazione del danno biologico standard, al quale va aggiunto il danno psicologico e morale subito.

L’integrità fisica e psicologica del paziente è messa a repentaglio, il soggetto si trova privato della sua completezza sia per quanto concerne la capacità di produrre ricchezza, sia per quel che riguarda il suo equilibrio psicologico. Il medico legale, dopo aver studiato in modo approfondito il caso in questione, può riconoscere e dimostrare in maniera oggettiva, un aumento ulteriore del risarcimento sulla base reale della personalizzazione del danno. La percentuale di personalizzazione prevista dalle varie tabelle messe a disposizione dai tribunali, possono arrivare fino ad un massimo di 50% in più del risarcimento. Per calcolare il danno biologico macropermanente è opportuno moltiplicare i punti d’invalidità riconosciuti per il demoltiplicatore per età, facilmente consultabile nella Tabella del Tribunale di Milano del 2014.Per visionare le Tabelle del Tribunale di Milano 2018 esposte dall’articolo di Altalex a febbraio.

Attenzione a non usare solo un semplice calcolatore on line per valutare le macropermaneti in caso di malasanità

Tanti siti on line mettono un form da compilare per calcolare il danno biologico per lesioni macropermenti e micropermaneti ma in realtà non dobbiamo solo soffermarci al semplice numero dell’ età e del danno patrimoniale immesso nel casellario di questi form matematici che calcolano in automatico un ipotetico danno – risarcimento economico a cui il paziente leso abbia diritto. Il discorso è ben più ampio e soprattutto a livello di malasanità le macropermanenti portano a risarcimenti ben importati e da rivalutare con la controparte in dati realistici e somme quantificabili che non sempre vengono offerte in modo pieno; quindi i semplici ed immediati calcoli dati da una macchinetta on line non risultano spesso combaciare con le vere offerte che l’assicurazione controparte offrirà al danneggiato da malasanità o incidente stradale.Un affiancamento del legale esperto in transazioni di risarcimento danno aiuterà il cittadino a valutare quale sia una giusta offerta di risarcimento danno macropermanenti da accettare.

CALCOLATORE MESSO A DISPOSIZIONE  da  STUDIO CATALDI :



Powered by: Studio Cataldi

Il danno tantologico è il più grave delle lesioni, poiché gli effetti di tale patologia possono provocare la morte del soggetto. Danno tantologico. Tutti i pazienti che subiscono dei danni biologici sono tutelati dalla Legge e per questo hanno diritto ad un risarcimento economico che dovrà essere effettuato in base a dei parametri specifici, calcolati sull’entità dei danni subiti. Il primo step per ottenere un risarcimento per danno biologico è quello di denunciare l’episodio di malasanità, che in seguito ad un’analisi approfondita sarà attestato dal medico legale incaricato, il quale dovrà accertare le reali responsabilità mediche che hanno provocato la patologia. La vita dei pazienti è letteralmente messa a repentaglio da un errore medico o un sinistro stradale o danno da malasanità, che ha causato dei disagi nello svolgimento regolare delle azioni quotidiane del soggetto, il quale si vede impossibilitato ad eseguire determinate funzioni. Il paziente ha dunque diritto a ricevere un risarcimento economico per i danni subiti. L’integrità del soggetto è stata minata a causa di episodi non patologici, la capacità a svolgere adeguatamente il proprio lavoro o a intraprendere una normale attività sociale o personale, viene ostacolata. Per questi reali e oggettivi motivi, certificati da un medico specializzato in Medicina Legale, sono previsti importanti risarcimenti economici; quando si parla di danno biologico macropermanente si avrò di conseguenza un calcolo di punti di invalidità permanente numericamente alto che corrisponderà ad un grosso risarcimento.

CALCOLO DANNO BIOLOGICO

VALUTAZIONE DANNO BIOLOGICO 


 

Avvocati per malasanità